Ever energy impianti industriali realizza e installa cabine elettriche di trasformazione e distribuzione di energia elettrica AT/MT e MT/BT chiavi in mano.

L’esperienza del nostro personale in ambito edile e nell’installazione e gestione di impianti per la produzione e distribuzione di energia elettrica, ci porta a ricercare la soluzione che meglio risponde alle esigenze del cliente, mettendo in primo piano sicurezza, affidabilità delle tecnologie e continuità produttiva.

I nostri servizi comprendono:

  • Installazione delle cabine e costruzione dei quadri di comando e potenza;
  • Installazione sistema antincendio;
  • Installazione sistema di ventilazione e aspirazione;
  • Linee di illuminazione;
  • Allacci alle macchine e alle linee produttive.

Funzionamento delle cabine elettriche

Una cabina elettrica viene costruita per assolvere alle funzioni di trasformazione e distribuzione dell’energia. Le cabine di trasformazione e distribuzione sono costituite da conduttori, apparecchiature e macchinari necessari per la trasformazione dell’energia da alta a media tensione o da media a bassa tensione. A seconda della diversa tensione di energia trasformata si distinguono due tipologie:

Cabina primaria (AT/MT)

La sua funzione è trasformare l’energia elettrica in ingresso ad alta tensione in energia a media tensione. Si compone di interruttori, trasformatori, sezionatori, sbarre e scaricatori.

Il suo funzionamento può essere così riassunto:

l’energia entra nella cabina attraverso le condutture di una linea ad alta tensione arrivando ai trasformatori di misura voltimetrici (TV), che hanno il compito di diminuirne la tensione per consentire la misurazione, evitando rischi per gli operatori coinvolti (la corrente subirà poi un’ulteriore abbassamento di tensione mediante trasformatori di misura amperometrici (TA).
Ai trasformatori inoltre sono collegati i sezionatori che attraverso l’isolamento di una determinata area, permettono di eseguire lavorazioni sull’impianto fuori tensione. L’interruzione del flusso di corrente vera e propria, invece, è resa possibile dalla presenza di interruttori che consentono agli operatori di intervenire in caso di guasti o per interventi di manutenzione ordinaria. Gli interruttori completano il processo collegandosi attraverso un sezionatore alle sbarre della cabina primaria, collegate a loro volta a dei trasformatori. La corrente elettrica derivata è ora di media tensione (MT).

Nella cabina primaria inoltre è presente una linea dedicata MT/BT, utilizzata per fornire energia ai componenti alimentati da energia a bassa tensione.

 

Cabina secondaria (MT/BT)

L’impianto elettrico presente all’interno della cabina, assolve ad una funzione di trasformazione dell’energia elettrica in ingresso a media tensione, in energia a bassa tensione.

Il processo di trasformazione e distribuzione dell’energia è assimilabile a quanto avviene nelle cabine di trasformazione e distribuzione AT/MT.

I principali componenti di una cabina MT/BT sono:

  • quadri MT e BT con dispositivo di interruzione. Composti da unità funzionali protette e isolate;
  • cavi MT e BT isolati e protetti da un rivestimento esterno;
  • trasformatore MT/BT;
  • interruttori;
  • Sbarre e scaricatori;
  • Dispositivi di manovra.

Solitamente si compongono di 3 locali:

due sono destinati all’ente di distribuzione (per consentire l’allaccio alla rete MT), dove verranno posizionate le apparecchiature di sezionamento e i gruppi di misura dell’energia.

Il terzo, invece, rimane a disposizione dell’utente per la posa del trasformatore e delle altre apparecchiature di BT.

Per avere un impianto affidabile, in grado di garantire alte prestazioni è di fondamentale importanza disporre di materiale (cavi e accessori) di qualità.

cabina-elettrica

Tipologie di cabine elettriche

Tutte le cabine realizzate da Ever energy impianti industriali, sono conformi alle leggi nazionali ed europee. Le diverse tipologie che offriamo, sono le seguenti:

  • Cabine omologate ENEL: Appartengono a questa categoria tutte le cabine elettriche conformi ai parametri ENEL;
  • Cabine monolitiche: la struttura di queste cabine elettriche è realizzata in cemento armato vibrato o in calcestruzzo;
  • Cabine a pannelli: cabine a struttura modulare composte da pannelli
  • indicate qualora le esigenze di spazio siano notevoli.

Sistemi di rifasamento

Ever energy impianti industriali, realizza sistemi di rifasamento per migliorare la potenza delle macchine elettriche. Lo scopo del rifasamento è la razionalizzazione dell’energia, raggiungibile attraverso una diminuzione delle perdite e l’assorbimento di potenza reattiva.

Perché scegliere il rifasamento

I vantaggi economici che derivano da questa tecnica sono consistenti. Inoltre, l’ente distributore dell’energia elettrica ha reso il rifasamento dell’impianto obbligatorio, pena il pagamento di una penale.

Per conoscere lo stato dei propri consumi e riscontrare eventuali anomalie è sufficiente monitorare l’importo delle fatture, lungo un arco temporale di 4-5 mesi.

Come calcolare la potenza di un impianto

Il fattore potenza di un impianto (cosφ) è dato dal rapporto tra potenza attiva (Kw) e potenza apparente (kVA). La potenza apparente a sua volta è data dall’unione tra la potenza attiva (utilizzabile dalla macchina) e la potenza reattiva (non utilizzabile per il lavoro meccanico).

Per non incorrere nel pagamento della penale, il fattore di potenza deve risultare di un valore pari o superiore a 0,9.

Come funziona il rifasamento degli impianti

Un uso razionale dell’energia elettrica passa attraverso la riduzione delle perdite derivanti dai processi di produzione, distribuzione ed utilizzo dell’energia elettrica. Con il rifasamento, la componente di potenza reattiva viene azzerata, migliorando il fattore potenza dell’impianto.

A seconda del sistema di rifasamento adottato (centralizzato, distribuito, per gruppi), si adottano uno o più gruppi di generatori di potenza reattiva, chiamati condensatori che forniscono al macchinario l’energia reattiva necessaria a sostenere il campo elettromagnetico e così facendo l’impianto non deve produrre potenza reattiva.

Il condensatore immagazzina l’energia accumulata in un campo elettrostatico, fornendo potenza all’impianto ed evitando così il prelievo della potenza necessaria dalla rete.

È evidente quindi, che se il sistema e i connessi condensatori di rifasamento funzionano correttamente, l’utente pagherà solo l’energia elettrica effettivamente utilizzata.

Vantaggi del rifasamento:

  • Riduzione delle perdite di energia;
  • Aumento dell’efficienza dell’impianto;
  • Riduzione dei costi delle fatture elettriche;
  • Maggiore continuità di produzione di energia con conseguente vantaggio in termini di continuità della produzione;
  • L’energia fornita dal trasformatore può raggiungere percentuali considerevoli sino ad arrivare al 98% di potenza utile.