Ever energy impianti industriali realizza sistemi pneumatici che forniscono aria a pressione e temperature controllate. La realizzazione di questi impianti richiede attenzione a livello di progettazione e realizzazione, poiché da essi dipende il corretto funzionamento di tutti quei macchinari aziendali, dotati di un sistema meccanico ad aria compressa. Oltre alla realizzazione dell’impianto pneumatico industriale offriamo a tutti i nostri clienti un servizio di manutenzione con servizi di reperibilità e/o presidio h24. Grazie alle competenza del nostro personale, ciascun progetto è realizzato in funzione alle esigenze produttive di ogni singolo cliente.

Funzionamento di un impianto pneumatico

Le utenze a cui è destinata l’aria compressa sono raggiungibili attraverso una rete di distribuzione, per mezzo della quale viene fornita energia meccanica.

Un sistema pneumatico basa il suo funzionamento sulla generazione di aria compressa, prodotta attraverso un compressore, il quale prima aspira l’aria esterna, poi la comprime ed infine la rilascia nella rete di distribuzione. L’energia che si sviluppa all’interno del compressore  (energia potenziale) viene poi trasformata in energia cinetica con l’ausilio di cilindri azionati da valvole, denominati cilindri pneumatici e sono di gran lunga gli attuatori pneumatici più diffusi. Il cilindro si presenta sottoforma tubolare ed è formato da due testate che ne dividono l’interno in due camere. All’interno del cilindro si trova un pistone che per effetto della forza generata dalla pressione, si muove generando energia che poi sarà portata all’esterno da un puntone chiamato stelo. Lo stelo muovendosi a sua volta assieme al pistone trasforma la compressione dell’aria in forza meccanica.

All’impianto può essere interposto un gruppo FRL composto da filtro, riduttore di pressione e lubrificatore per mantenere l’impianto pulito, riducendo il rischio di danni causati dallo sporco e dalle impurità. Il riduttore riduce la pressione dell’aria in uscita, mentre il lubrificatore mantiene lubrificata l’aria compressa e impedisce l’usura e l’ossidazione dei componenti dell’impianto.

La realizzazione di un impianto pneumatico deve necessariamente tenere conto di una serie di parametri tecnici quali:

  • Pressione necessaria: conoscere la pressione necessaria permette di ottimizzare l’impianto riducendo le perdite di distribuzione dell’aria.
  • Portata: per un calcolo esatto della portata di un impianto è necessario conoscere il numero di utenze da servire per evitare di sottostimarne o sovrastimarne la capacità totale.
impianti-pneumatici

Tipologie di compressori

Compressori volumetrici

il funzionamento di questa tipologia di compressori, prevede l’aspirazione dell’aria in una camera di compressione. Il volume della camera viene progressivamente diminuito, fino a raggiungere un valore prestabilito. Una volta raggiunto tale valore, l’apertura di una valvola consentirà la fuoriuscita dell’aria.

Compressori dinamici (o turbocompressori)

a differenza di quanto accade con i compressori volumetrici, l’aria aspirata viene movimentata attraverso delle pale e poi scaricata in un diffusore, attraverso il quale l’energia cinetica sviluppata verrà trasformata in pressione.

I vantaggi dell'aria compressa

  • Semplicità d'uso
  • Velocità operative elevate
  • La pulizia di questa forma di produzione energia la rende utilizzabile in alcuni tipi di impianti particolari (ex. alimentari)
  • Non risente delle variazioni di temperatura